No all’ampliamento dell’aeroporto di Bresso

Con un’interrogazione abbiamo detto un secco no all’ampliamento dell’aeroporto di Bresso. Lo scalo si trova nel Parco Nord, in un’area densamente abitata e con alte concentrazioni di inquinamento atmosferico, che già di per se rende problematica la sua collocazione. Nel 2007 era stato siglato un accordo per spostarlo a lungo termine altrove e, almeno per un primo periodo, risolverne i problemi di sicurezza. Nel 2010, abbandonata l’ipotesi di spostamento, si era evidenziata la necessità di ridurne la superficie e non aumentare il traffico. Nonostante questo l’Enac, l’8 novembre scorso, ha pubblicato un bando che va nella direzione opposta degli accordi presi, prevedendo la concessione ventennale dello scalo.

Questo non è accettabile.   A seguito del bando i Comuni di Bresso, Cinisello e del Parco Nord hanno depositato un ricorso al Tar e alcuni parlamentari hanno presentato un’interrogazione al ministero delle Infrastrutture per chiedere che non sia potenziato il traffico aereo. Qualsiasi intervento ampliativo infatti nuocerebbe a un sistema ambientale già pesantemente compromesso.

Chiediamo a Regione Lombardia di fare la sua parte e di impegnarsi per garantire la sicurezza dei cittadini dell’area metropolitana milanese, non peggiorare i livelli di inquinamento e difendere l’area protetta del parco Nord.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *