Santi Paolo e Carlo- La Regione lasci all’azienda flessibilità nella gestione delle risorse per sostenere il personale

Oggi, con il collega Carlo Borghetti abbiamo incontrato i rappresentanti sindacali del’Asst Santi Paolo e Carlo di Milano, che hanno presidiato di fronte al Pirellone per denunciare le gravi difficoltà in cui sono costretti ad operare.

La gestione dell’Asst milanese a causa della riorganizzazione subita a seguito della riforma della sanità è complicata. In particolare è critica la gestione delle risorse .La necessità è che la Regione lasci margini di flessibilità all’azienda così da poter garantire sostegno al personale, come è stato già stabilito con un emendamento allla lege di Bilancio che consente alla regioni virtuose di poter disporre di più risorse per il personale con un abbassamento degli obiettivi di risparmio previsti in precedenza”.

Le strutture necessitano di interventi urgenti di ristrutturazione e di messa in sicurezza. La Regione non può usare il progetto di unificazione delle due strutture come foglia di fico per le proprie inadempienze, tanto che oggi non c’è alcuna certezza sullo stanziamento delle risorse. I lavori di messa in sicurezza e riqualificazione dei due ospedali esistenti devono comunque partire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *